Prendi un Sabato di pioggia torrenziale, due eventi annullati, un noioso pranzo a Bologna che ti aspetta e la pigrizia del weekend, ma tuo moroso ha prenotato una visita per la quale devi partire da casa alle 7.30 e… ed è subito magia! Perché la Rocchetta Mattei è davvero tutto ciò che non ti aspetti, ad un passo da Bologna! 

Un miraggio architettonico

Ci eravamo capitati con la faccia davanti già un anno addietro, terribilmente attratti da quella cupola sbarazzina che si vedeva sbucare in lontananza negli appennini settentrionali tosco-emiliani. Una vista commovente, quasi un miraggio architettonico in un mare verde. Sfortunatamente però giunti di fronte non eravamo riusciti ad entrare (occhio che infatti è necessaria la prenotazione!) e quindi abbiamo colto l’occasione di questo pranzo a Bologna per riprovarci. 

Piove a dirotto e siamo assonnati, ma in macchina abbiamo musica, chiacchiere e voglia di esplorazione.

La Rocchetta Mattei dista circa un’ora da Bologna, ma anche la strada per arrivarci è bellissima e immersa nella natura per cui vi consigliamo di prendervi la giornata per esplorare anche i dintorni. 

Arriviamo che il parcheggio è quasi vuoto (certo il tempo non aiuta), ma la vista è appagata già dall’esterno. La Rocchetta Mattei è un castello dall’architettura improbabile del tutto fuori contesto. E se ci stupiamo noi ancora oggi figuriamoci come doveva essere nell’800 arrivare in carrozza e trovarsi di fronte a questo bizzarro castello la cui architettura è assolutamente lontana da quella del Paese, di Bologna, dell’Emilia intera… immaginatevi il colpo d’occhio e il senso di incredulità. 

Storia, medicina e magia nella Rocchetta

Il castello fu costruito dall’eccentrico Cesare Mattei (borghese diventato Conte solo in un secondo momento) considerato padre dell’elettromeopatia e il cui pensiero, la vita, i desideri e la storia trasudano dai muri della sua tanto amata Rocchetta. 

Rocchetta Mattei - legnoUna grande scalinata adornata da massicce sculture e possenti graticolati ci conduce al suo interno dove veniamo accolti dalla nostra guida, che accompagnerà per più di un’ora raccontandoci la storia della Rocchetta e nutrendo il nostro interesse sala dopo sala. 

Qui inizia il nostro viaggio tra storia, architettura, medicina e misticismo in un luogo dove tutto è architettato per un solo scopo: il gusto di stupire. Noi eravamo andati senza informarci molto ed è stato bellissimo perché l’obiettivo desiderato dal Mattei  è stato perfettamente centrato: eravamo a bocca aperta

La Rocchetta infatti presenta un’architettura del tutto bizzarra, un miscuglio (rigorosamente voluto) di stili che spaziano dal moresco al gotico, dove non vi sarà difficile scorgere diverse influenze e dove al contempo tutto ciò che vedrete non sarà quello che sembra. 

Potrei raccontarvi della Sala dei 90, della leggerezza delle volte, di un’architettura inesistente, del legno massiccio, oppure ancora della carta, della malattia, del brand, delle scritte sui muri, dei restauri, di Dostoevskij e mille altre storie, ma non me ne vogliate: non lo farò. Non perché non voglia raccontarvi ciò che mi ha stupito e incantato, ma perché non sarebbe la stessa visita per voi. 

Lasciatevi trasportare dal momento e fate colpire tutti i vostri sensi. L’effetto wow è assicurato da uno dei posti più curiosi d’Italia

Rocchetta Mattei particolare

Ultima nota di colore: all’uscita veniamo “catturati” da un ragazzo simpaticissimo che lavora come guardia del castello. Anche lui in pieno stile Mattei, e complimenti all’associazione per il lavoro che svolge. 

Con i sensi frastornati ci allontaniamo da questo posto che ha del magico per dirigerci verso il nostro pranzo bolognese

Rocchetta Mattei particolare

COME ARRIVARE

In macchina: da Bologna si prende l’autostrada A1 fino a Sasso Marconi dove si deve uscire per entrare sulla SS64 fino a Riola

In treno: da Bologna ogni ora c’è un treno che ferma a Riola e dalla stazione sono circa 15-20 min a piedi – anche se non è presente molto marciapiede. Ci hanno riferito che presentando all’ingresso il biglietto del treno riceverai uno sconto di 1 euro. 

 

COME PRENOTARE

Collegatevi al sito ufficiale della Rocchetta Mattei e selezionate la data e l’ora desiderata (c’è una visita che parte ogni quarto d’ora e dura circa 1 ora e 15). Il costo del biglietto intero è di € 10 e potete pagare online oppure sul posto. La prima domenica del mese è ingresso gratuito, ma è comunque sempre necessaria la prenotazione.

 

L’immagine di copertina di questo articolo è EmoRisaliti@Pexels.com